Incentivi per l’occupazione, quella lettura creativa di @Inps che rilancia l’art. 18

Posted by

Partenza in salita per l’incentivo per le nuove assunzioni, a causa dall’interpretazione fornita dall’Inps in occasione del 17° Forum lavoro/fiscale, organizzato dalla Fondazione studi dei consulenti del lavoro.

La legge di bilancio 2018 subordina l’applicazione dell’esonero contributivo di durata triennale ad alcune specifiche condizioni, di cui la principale è l’assunzione di una persona under 35 (under 30 dal 2019) con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato.

La legge accompagna questa previsione con un inciso preciso: il lavoratore deve essere assunto con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato a tutele crescenti, introdotto dal decreto legislativo 23/2015.

L’indicazione sembra chiara: per poter fruire dell’incentivo, le parti non devono “scegliere” un regime normativo diverso da quello espressamente richiamato. Il legislatore in questo modo ha inteso disincentivare l’eventuale introduzione di clausole nei contratti di assunzione individuale volte a riportare l’orologio normativo a un periodo anteriore al 7 marzo 2015 (data di entrata in vigore del Dlgs 23/2015), quando ancora vigeva l’articolo 18 dello statuto dei lavoratori (oggi rimasto in vita solo per i vecchi contratti).

Questo assetto di regole, apparentemente chiaro, è stato messo in discussione dall’interpretazione dell’Inps, secondo la quale «il richiamo al contratto a tutele crescenti di cui al Dlgs 23/2015 deve intendersi in senso atecnico e limitato ai soli contratti a tempo indeterminato».

Questa risposta appare tanto frettolosa quanto imprecisa. Sulla base di quale elemento legislativo si può dire che il richiamo al Dlgs 23/2015 deve «intendersi in senso atecnico»? È pensabile che il legislatore decida di citare una norma in modo volutamente impreciso, come si sottintende in questa risposta? No, non appare possibile. La legge 205/2017 è molto chiara (richiama espressamente le “tutele crescenti” e poi cita la fonte normativa), e il testo della norma non legittima in alcun modo un’interpretazione diversa. Sarebbe opportuna una rapida correzione, per evitare di creare incertezza applicativa e alimentare contenziosi di varia natura.

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...